Pangea Creative Agency | PG24: il nuovo numero della rivista AIAP a volo radente sulla storia della grafica in Italia
agenzia comunicazione val di chiana
947
post-template-default,single,single-post,postid-947,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive

PG24: il nuovo numero della rivista AIAP a volo radente sulla storia della grafica in Italia

PG24: il nuovo numero della rivista AIAP a volo radente sulla storia della grafica in Italia

«Una storia puntigliosa della grafica italiana è tutta da scrivere», rimarcava Giovanni Anceschi nel 1981, nel tracciare il «campo» del graphic design in Italia, come a sottolineare che in questo mondo è molto difficile tracciare confini, dettagliare segmenti e definire spazi e correnti.
Ci prova senza pretesa di esaustività il nuovo numero di Progetto Grafico, il periodico di AIAP.

Scrivono in apertura Maddalena Dalla Mura e Carlo Vinti:
 “La storia della grafica italiana, e del design in generale, somiglia spesso a una vetrinetta 
chiusa, con pochi pezzi in bella mostra. L’immagine in copertina è stata realizzata negli spazi dell’Archivio Primo Moroni di Milano, che conserva materiali molto diversi, ascrivibili in larga parte alla cosiddetta «altra grafica» italiana. Per noi questa vetrina aperta rappresenta la ricchezza di storie che attendono di essere esplorate e che non hanno ancora trovato voce. Come proviamo a mostrare in questo numero, il campo di ricerca che esiste fra i termini Grafica, Storia e Italia è in espansione. Per allargare i suoi confini occorre non accontentarsi dei riflessi sul vetro e aprire, oltre alle vetrine, i cassetti e i faldoni degli archivi che custodiscono documenti originali.

Non ci resta che leggere.

No Comments

Post a Comment